MET GALA 2016: i look del red carpet più atteso dell'anno

MET GALA 2016: i look del red carpet più atteso dell'anno

È la notte più importante per gli amanti del fashion, e il più importante evento di fundraising per il Metropolitan di New York (l’anno scorso per la mostra “Through the looking glass” incassò 10 milioni di dollari).

Quest’anno la notte del MET ha aperto ufficialmente “Manus x machina: Fashion in an age of Technology”, mostra-evento ideata dal curatore del Constume Institute del Metropolitan, Andrew Bolton, con lo scopo di raccontare al mondo che tra il “fatto a mano” e il “fatto a macchina” in realtà non c’è opposizione, ma entrambi lavorano in tandem per far avanzare l’industria della moda, incrociando la maestria dei pizzi, delle plissettature e delle piume  con le possibilità del laser, della stampa a 3D e delle saldature a ultrasuoni.

Il punto di partenza è la "Pregnant Bride" della collezione di Karl Lagerfeld per l'autunno Chanel 2014: una Madonna barocca vestita di neoprene che trascina uno strascico spettacolare di sei metri disegnato a mano, stampato a macchina e poi ricamato a mano in 450 ore di lavoro.

Mostra a parte, i riflettori della serata erano tutti puntati sul red carpet, dove centinaia di star, o presunte tali, hanno sfilato davanti alla padrona di casa, Anna Wintour, con abiti ispirati al tema della mostra: il rapporto tra moda e tecnologia. Diversi gli esiti, unico lo scopo: rendersi indimenticabile. Qualcuno, indubbiamente, ci è riuscito. 

Ecco dunque una carrellata degli abiti che hanno segnato questo MET 2016

 

#1 Metal mania

#2 Piuma che passione

 

#3 E' Primavera

#4 Intramontabile Sirena 

#5 Era meglio restare a casa

234 Comments

Leave a Reply

* Name:
* E-mail: (Not Published)
   Website: (Site url withhttp://)
* Comment:
Type Code
Compare